Linee guida

Linee guida per la presentazione dei progetti 2016


L’iniziativa “72 ore senza compromessi 2016” vuole essere un’azione di coinvolgimento per i giovani, chiamati ad impegnarsi per la realizzazione di progetti socialmente utili in diversi luoghi del Trentino.

Questa iniziativa, promossa dalla Caritas diocesana di Trento, ha già visto tre appassionanti edizioni: ad ottobre 2008 hanno partecipato circa 60 giovani, aprile 2011 sono stati coinvolti circa 140 giovani e  ad aprile 2014 addirittura 190 giovani.

 

La Caritas diocesana di Trento propone

le “72 ore senza compromessi 2016”,

quarta edizione che prenderà vita

da giovedì 14 a domenica 17 Aprile 2016.

 

Questa sfida però sarà realizzabile solo grazie a voi. Abbiamo bisogno di partner di fiducia, presenti sul territorio (associazioni, istituzioni sociali, parrocchie, Comuni, ecc..), che possano mettere a disposizione un progetto presso le proprie strutture, dando ai giovani volontari la possibilità di mettersi in gioco in un grande evento sociale di incontro e solidarietà.

L’idea delle “72 ore senza compromessi”

Gruppi di giovani formati da 5 - 10 membri dai 16 anni in su si metteranno all’opera contemporaneamente in tutto il Trentino ed avranno esattamente 72 ore per realizzare un progetto concreto. Ragazze e ragazzi si impegneranno in progetti di carattere sociale, ambientale, civico o educativo.

Lo svolgimento dell’iniziativa

Le 72 ore sono la somma di tutte le ore dell’iniziativa che inizierà alle ore 17:00 di giovedì 14 Aprile 2016 e terminerà alle 17:00 di domenica 17 Aprile 2016.  Ogni gruppo composto da 5-10 giovani e accompagnato da un responsabile si presenterà presso la sede di realizzazione del progetto alle ore 17:00 del 14 Aprile dove riceverà la descrizione del compito assegnato, da realizzare, appunto, nelle successive 72 ore. Per tre giorni ragazzi e ragazze progetteranno e si metteranno all’opera, rimboccandosi le maniche e lasciandosi trasportare dall’avventura. Il progetto  dovrà essere concluso nel primo pomeriggio di sabato, per terminare con una festa tutti assieme.

Le attività richieste all’interno di ogni singolo progetto potranno essere di tipo progettuale, pratico, relazionale, organizzativo, di animazione.

Alcuni esempi possibili:

Ÿ   Organizzare una festa a tema per gli ospiti di una casa di riposo;

Ÿ   Ristrutturare in modo creativo uno spazio per i giovani;

Ÿ   Realizzare un cortometraggio per riflettere su una questione sociale;

Ÿ   Organizzare una festa interculturale per bambini;

Ÿ   Dipingere le pareti di una struttura con un murales;

Ÿ   Ripulire uno spazio verde, un parco, un giardino.

Ÿ   Condurre un’azione informativa sul Commercio Equo e Solidale;

Ÿ   Organizzare un mercatino con la vendita dei prodotti realizzati dagli ospiti di un centro;

Gli obiettivi dell’iniziativa

  • Offrire ai giovani la possibilità di vivere la solidarietà e sperimentare che mettersi in gioco per il bene comune può essere divertente.
  • Promuovere e riconoscere l’impegno dei giovani, dando loro un’occasione per applicare e sviluppare le loro competenze.
  • Fare in modo che i giovani lavorino in gruppo e a stretto contatto con persone svantaggiate, passo dopo passo, trovando insieme la strada verso la soluzione di un compito a loro assegnato.
  • Promuovere la collaborazione tra diversi gruppi e realtà e crescere nella dimensione dell’accoglienza in una società multiculturale.
  • Offrire alle organizzazioni ospitanti un’occasione per essere conosciute e frequentate dai giovani.
  • Promuovere il volontariato presso le realtà esistenti sul territorio: tutti i progetti concorrono alla realizzazione di un’unica grande iniziativa che ha lo scopo di dimostrare che se si lavora insieme, le cose possono cambiare.

I criteri dei progetti

  • I progetti sono realizzati dai giovani volontari assieme a membri dell’organizzazione proponente;
  • l’obiettivo del compito richiesto deve essere chiaro, trasparente e realizzabile nel tempo a disposizione, la descrizione del progetto deve essere sufficientemente dettagliata;
  • i compiti assegnati devono sviluppare l’agire solidale favorendo buoni contatti con persone svantaggiate o emarginate, o essere di carattere ambientale o sensibilizzare sulle tematiche del senso civico e della convivenza;
  • i partecipanti devono essere responsabilizzati e incoraggiati a progettare e a fare, ma le richieste sono commisurate al fatto che si tratta di volontari, non di lavoratori professionisti; l’obiettivo principale è far si che si impegnino assieme, in modo divertente e costruttivo, a beneficio della collettività;
  • in situazioni di accudimento non possono esserci interventi diretti da parte dei giovani, a meno che non vi sia personale qualificato ad accompagnarli;
  • i giovani non possono assumere compiti che solitamente vengono svolti da personale qualificato;
  • le attività devono concludersi nell’ambito dell’iniziativa “72 h senza compromessi” (dalle 17:00 del 14 Aprile 2016 alle 17:00 del 17 Aprile 2016) senza alcun obbligo successivo;
  • l’organizzazione deve fornire il materiale per la realizzazione delle attività;
  • deve essere garantita la reperibilità di almeno una coordinatrice/coordinatore della struttura ospitante il progetto per tutta la durata dello stesso;
  • le attività dovranno concludersi per le ore 14:00 per permettere ai giovani di partecipare alla festa di conclusione delle 72h che si terrà con tutti i gruppi partecipanti a Trento dalle ore 15:00 circa alle 17:00 (per il conto alla rovescia)

Ad ogni organizzazione chiediamo di mettere a disposizione dei giovani coinvolti un luogo dove dormire, anche con una sistemazione molto semplice con sacco a pelo e stuoini a terra e l’accesso ai servizi igienici, doccia inclusa. Chiediamo anche di provvedere al vitto con pasti già preparati o mettendo a disposizione cucina ed ingredienti affinché il gruppo possa prepararsi i pasti in autonomia presso la sede o la località di svolgimento del progetto. Se ci fossero difficoltà in questo senso, la Caritas diocesana di Trento può aiutare nella ricerca di una soluzione adeguata.

Se l’idea di presentare un progetto vi piace ma ci fossero problemi a rispondere a qualcuno di questi criteri non esitate a contattarci in modo da poter valutare insieme la soluzione ad eventuali difficoltà.

I progetti saranno selezionati in base a contenuti, ambito di intervento e numero di partecipanti previsto. Verrà data priorità ai progetti di particolare carattere innovativo e che offrono disponibilità di vitto e alloggio.

Per partecipare all’evento “72 ore senza compromessi“ proponendo un progetto presso la vostra organizzazione, il vostro comune, la vostra parrocchia, vi preghiamo di compilare il modulo allegato “presentazione del progetto. Contattate senza esitazioni la nostra referente per eventuali informazioni, chiarimenti o consigli riguardo l’elaborazione dei progetti.


ADESIONI ENTRO IL 04 MARZO 2016

Date fiducia ai giovani e accettate la sfida!

Prendete parte ad un’avventura lunga 72 ore!

Inviateci le vostre proposte di progetti!

 
Organizzato da: In collaborazione con:

Share it